Nasciamo tutti così
2x9 - Lasciar andare il controllo: Martina | Nasciamo Tutti Così Podcast
/

Ascolta l’intervista completa a Martina su Youtube

Leggi qui la trascrizione del racconto

Sono un’insegnante e sono  entrata di ruolo una manciata di mesi prima di scoprire ,il 7 febbraio del 2018, di aspettare un figlio. forse anche per questo tempismo bislacco ho accolto quelle due lineette con un mix di emozioni contrastanti. ricordo gioia, stupore, meraviglia ma anche tantissima paure.

Ho scelto di farmi seguire da una ginecologa che ogni mese non mancava di ripetermi: “Tutto bene ma…è piccolina”. Il tempo è passato non so dire se velocissimo o rallentato, ma ci siamo ritrovati a luglio, l’estate ed il caldo hanno fatto da cornice alla preparazione del nido, della valigia e del mio cuore. fantasticavo continuamente sulla mia bambina.,e per accoglierla nel migliore dei modi ho scelto di seguire il corso preparto che mi è stato davvero utilissimo e dal quale ho impresso nei miei occhi  l’immagine di un pelle a pelle post parto nel quale il bimbo naturalmente si attacca al seno, un’immagine bellissima che mi accompagna fino al parto e che non vedo l’ora di vivere.. arriva incalzante l’autunno ed il 18 ottobre rompo le acque alte, vengo così ricoverata e il 20 ottobre alle 10.52 nasce Alice, 3120g 52 cm (alla faccia dei commenti mensili della ginecologa).

Inizia così la mia avventura…un parto bellissimo, veloce e non così doloroso come lo avevano raccontato. Nessuna lacerazione. Alice è una bimba sveglia, vispa, reattiva ma.. NON NE VUOLE SAPERE DI AVVICINARSI AL SENO ed APRIRE BENE LA BOCCA. Inizia l’agonia della spremitura manuale, del cucchiaino, di una montata lattea troppo grande per una bocca troppo piccola e con il paracapezzolo in terza giornata veniamo dimesse. Ogni poppata è un incubo, un’ora di pianti precede l’attacco ogni volta, ma nonostante tutto Alice cresce bene. Torno al consultorio e mi sento dire “devi accettare che non è una tua alunna, é la tua bambina non le puoi insegnare tutto”. Perciò penso di essere sempre e solo io quella che sbaglia e dopo due mesi mollo e passo al biberon con non poco dolore.

È però per noi la svolta, io sono più serena e anche Alice e l’essere la sua mamma finalmente è bello. Nonostante i tantissimi pianti, miei e suoi, ho imparato molto e devo ringraziare la mia bambina. La devo ringraziare perché mi ha insegnato ad accettare il fatto che non posso sempre avere il controllo su tutto, che spesso le aspettative non corrispondono alla realtà, che i bambini amano le braccia e non la culla, che l’alto contatto è magnifico ma difficile, che la maternità è bella ma estenuante, che i colori del pongo si possono mescolare e che gli acquerelli non saranno mai puliti.

Vi scrivo questa mail mentre allatto serenamente la mia seconda bimba, nata il 20 gennaio scorso, verso la quale non ho nutrito aspettative e per la quale mi ero ripromessa di sentirmi una brava mamma nonostante tutto.

_____

Ciao sono Dalila, di mestiere aiuto le madri a dare alla luce i loro bambini con me c’è Carlotta, che aiuta le parole a mettersi in fila e creare immagini.

Siamo qui, insieme, per tentare di raccontarvi che cosa accade quando un bambino sceglie che è il momento di vedere il mondo, o quando è la natura a scegliere per lui.

Grazie ai vostri racconti, vi porteremo lì dove accade la magia, dove da un corpo se ne creano due.

Siamo Dalila e Carlotta e questo è “Nasciamo tutti così”, primo podcast italiano di storie di parto. 

Per ascoltare l’intervista completa a Martina vi aspetto su youtube , trovate il link in descrizione.

Grazie per aver seguito questo episodio, ringrazio ancora una volta Martina  per il suo prezioso racconto, grazie a Carlotta che  cura con passione  la stesura degli episodi. 

E grazie di cuore a tutti voi che ci avete seguito in questa seconda stagione di nasciamo tutti così!

Se il podcast vi piace potete lasciarci una recensione tramite apple podcast, per contattarci o conoscerci meglio ci trovate su instagram come dalilaostetrica e ourlifewithblueblinds.

Alla prossima settimana con una nuova nascita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.